Dichiarazioni del Gruppo Lamon e Gruppo Misto sui giudizi espressi dell´esecutivo Malacarne in merito iniziativa comitati secessionisti Stampa
Scritto da Administrator   

Comunicato stampa Inserito il 24 ottobre 2008 alle 15:20:00 da gianluca. IT - News Dichiarazioni del Gruppo Lamon e Gruppo Misto sui giudizi espressi dell´esecutivo Malacarne in merito iniziativa comitati secessionisti

 

 

 

"Troppo facile. Un copione già ampiamente recitato e privo di qualsiasi originalità. L´esecutivo Malacarne, come sempre, rincorre e poi si dissocia da qualsiasi iniziativa messa in atto dal "Comitatone" guidato da Renzo Poletti, criticandone metodi e strategia. Troppo comodo per chi ha volutamente, e per opportunità politica, dimenticato di essere stato eletto a guidare l´altopiano quale portabandiera della secessione, e indicando il passaggio al Trentino come obiettivo fondamentale della propria campagna elettorale e di governo. Importante, evidentemente, era essere eletti". Una dichiarazione pesante come un macigno quella dei gruppi di minoranza "Lamon " e "Misto". "La strada scelta dalla ex "pasionaria" e dai suoi "companeros" - proseguono - è quella del silenzio, del "defilarsi" dalla prima linea al fronte, proclamandosi, tuttavia, gli unici depositari silenziosi ed ispirati del vero verbo secessionista". Il comitato - amministrazione guidato da Malacarne, parla di tempi, modi e strategie. " Modi!? Tempi!? Strategie!? - tuona la minoranza - dietro a queste dichiarazioni, in realtà, vi è il nulla! Solo parole! Se stanno lavorando in silenzio, stiano in silenzio anche adesso. La paura di essere "derubati" del tutto della scena secessionista che, ora, calcano indegnamente - rincarano la dose - è troppo grande. Non importa se sia scorretto o no delegittimare chi sta lavorando veramente. Anche in questo caso è cosa migliore esserci, magari da comparse, ma esserci e dare in pasto alla gente un´immagine da protagonisti d´alto lignaggio che, alla prova dei fatti, si rivela priva di sostanza, e che si dibatte nella disperata ricerca di fondi e di bandi della Regione Veneto, per dare un senso alla loro vicenda amministrativa. Una Regione che, nonostante il sistematico vituperio a cui è stata sottoposta da parte dell´ex portavoce del" vecchio"comitato referendario lamonese, ora sindaco, si è sempre dimostrata sensibile alle richieste. Cavalcare una battaglia per i soli fini elettorali è assolutamente disonesto. Ma questa è la cruda realtà". La minoranza non risparmia l´affondo finale. "Un´amministrazione come questa, esclusivamente "politica", non mancherà di far sentire la sua "presenza" nemmeno in occasione delle elezioni provinciali. Un´altra battaglia da "cavalcare" per candidare e piazzare, in caso di vittoria, qualcuno dei suoi membri tra le fila del Partito Democratico, alla guida della provincia. Quel PD che, a livello regionale, è stato determinante nell´affossare la proposta di Lamon per il passaggio al Trentino. Sono modi questi di far politica vecchi come il mondo ed in stridente contrasto, per chi, con enfasi senza fine, si era con baldanza proposto per un ruolo di rinnovamento ed innovazione, al di fuori di schemi vetusti e di clientele politiche". Gruppo Lamon e Gruppo Misto

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro