Convegno Analisi del Voto referendario del 26-27/03/2006 Stampa
Scritto da Administrator   

Cinto Caomaggiore, Municipio 06/04/2006 Convegno sull Analisi del Voto referendario del 26-27/03/2006 Undici giorni dopo l’evento referendario si sono trovati per un’analisi del voto a Cinto Caomaggiore, comune in cui il referendum per il passaggio al Friuli ha avuto un esito favorevole, i Comitati pro Friuli dei Comuni interessati al voto, in compagnia dei rappresentanti del Comitato pro Friuli di San Michele, del Presidente R. Strumendo del Movimento “dai Monti al Mare” e del Sindaco di Cinto Caomaggiore L. Bagnariol, ospiti di Romano Bortolussi, Presidente del Comitato cintese. Bortolussi ha, in anzitutto, ringraziato la cittadinanza cintese per l’afflusso massiccio, i collaboratori per l’aiuto offerto, i membri del Movimento per il loro supporto morale e tecnico, senza dimenticare la stampa per i servizi d’informazione post referendum. Bortolussi ha inseguito illustrato i passaggi successivi al voto referendario per il Comune di Cinto, ovvero la procedura ministeriale, il parere delle due regioni e il voto parlamentare, sottolineando il fatto che si trattano di passaggi di natura politica, poiché quelli di natura giuridica non risultano un ostacolo. Da qui, secondo Bortolussi, scaturiscono i nuovi compiti del comitato, che si individuerebbero nella vigilanza politica della procedura, che si possa esprimere anche sottoforma di protesta, se necessaria, e nell’assistenza tecnica alla relazione sulle motivazioni del passaggio, che sarà oggetto di lettura del relatore parlamentare, avvalendosi dell’aiuto di professionisti e enti autorevoli. Bortolussi ha, poi, rivolto ai consiglieri comunali, con particolare riferimento a coloro che hanno osteggiato il Referendum occultamente, la richiesta di una verifica personale relativa al fatto di sentirsi ancora rappresentativi di una popolazione che si è espressa così nettamente a favore del passaggio al Friuli, da questi osteggiato.. Per quanto riguarda la situazione dei altri comuni, Bortolussi ha confermato che la battaglia non è conclusa, e che continuerà nelle opportune sedi sia giurisdizionali che locali.

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro