Giulietta e Romeo in Friuli
Scritto da Ilaria Purassanta - da cronacheisontine.it   

La storia d’amore che ispirò Shakespeare è nata in Friuli. Fu uno dei due protagonisti, Luigi da Porto, capitano di cavalleria, a metterla nero su bianco, in una Novella ambientata a Verona, che il celebre drammaturgo inglese trasformò poi in un’opera di risonanza mondiale. “Luigi da Porto è stato capitano delle guardie per qualche mese proprio al castello di Gradisca, da marzo a giugno del 1511 – ha ricordato l’assessore comunale alla cultura della città della fortezza, Paolo Bressan – finché non rimase ferito in battaglia sul Natisone, nei pressi di Manzano”.

Il colpo di fulmine con la sua Giulietta, Lucina, scoccò pochi mesi prima, il 26 febbraio del 1511, ad un ballo di Carnevale nel palazzo del casato Savorgnan, al quale entrambi gli innamorati appartenevano. Proprio alla festa carnascialesca Lucina fece il suo fulgido debutto in società, all’età di quindici anni. Fu amore a prima vista. Dopo la battaglia sul Natisone però i destini dei due giovani si separarono. Luigi fu costretto a riparare a Venezia per curarsi e Lucina fu data poi in sposa a Francesco Savorgnan. Un matrimonio di convenienza al quale la costrinse la sua potente famiglia. Il capitano però non la dimenticò mai e le dedicò la sua Novella.

Ora questa storia rivive, nel 500° anniversario del loro primo incontro. Il Comitato per il 500° di Giuletta e Romeo ha deciso di promuovere una serie di iniziative in tutti i luoghi che hanno avuto un peso nella storia di questa infelice coppia: Udine, Brazzacco Superiore, Osoppo, Cividale del Friuli, Savorgnano del Torre, Manzano, Ariis di Rivignano e Gradisca, unico comune isontino interessato dalla vicenda. Saranno promossi convegni, eventi e manifestazioni. All’ingresso della Fortezza di Gradisca sarà installata una targa a imperitura memoria. Nel giorno dell’anniversario del colpo di fulmine, sabato 26 febbraio a Udine in piazza Venerio dalle 15 alle 17 si terrà la cerimonia di premiazione del Concorso promosso nelle scuole sul tema. è prevista anche una ristampa della novella (cartacea o in cd rom).

scarica la brochure del Comitato per il 500° di G & R

“Il mio sogno nel cassetto sarebbe promuovere una rievocazione storica a Gradisca d’Isonzo incentrata sulla storia di Luigi e Lucina – ha confessato l’assessore comunale Bressan. Quest’anno non ci è possibile a causa delle finanze asfittiche ma è sicuramente un’idea sulla quale lavorare per gli anni prossimi. È indubbiamente una storia molto affascinante. Per questo abbiamo dato con entusiasmo il patrocinio alle iniziative proposte dal Comitato per la valorizzazione dei luoghi di Giulietta e Romeo”.

Ilaria Purassanta



Juliute e Romeu in Friûl

La storie di amôr che e à ispirât Shakespeare e je nassude in Friûl. Un dai doi protagoniscj, il cjapitani di cavalarie Luigi da Porto, le à contade intune novele ambientade a Verone, dopo il famôs dramaturc inglês le à trasformade intune opere cognossude in dut il mont. “Par cualchi mês, dal Març al Jugn dal 1511, Luigi da Porto al è stât cjapitani da lis vuardiis propit tal cjastiel di Gardiscje– al à ricuardât Paolo Bressan, assessôr comunâl a la culture da la citât da la fuartece – fin che nol è stât ferît intune bataie dongje dal Nadison, bande Manzan”. De sô Juliute –che e veve non Lucina- si jere inamorât pôcs mês prime, ai 26 di fevrâr dal 1511, a Udin, in ocasion dal bal in mascare di Carnevâl, tal palaç dai Savorgnans, une famee in parintât a ducj i doi. Lucina e jere stade presentade in societât, a cuindis agns, propit ta chê fieste di Carnevâl. Si son  inamorâts a colp. Dopo de bataie sul Nadison, dongje Manzan, i doi zovins a son stâts obleâts a slontanâsi un dal altri. Luigi al à scugnût lâ a Vignesie par curâsi e Lucina e à scugnût maridâsi cun Francesc Savorgnan. La famee de nuvice, che e jere une di chês potentis, le à obeade a maridâsi cun lui par interès. Il cjapitani, però, no si è dismenteât di jê e i à dedicât la sô Novele.

Cumò, juste 500 agns dopo de dì che si vioderin par la prime volte, cheste storie e torne a vivi. Il comitât pai 500 agns di Juliute e Romeo al à decidût di inmaneâ une schirie di iniziativis in ducj i puescj che a son stâts impuartants ta la storie di chei doi puars zovins: Udin, Breçà, Osôf, Cividât, Seorgnan, Manzan, Ariis e ancje Gardiscje, che al è l’unic comun dal Friûl Orientâl di cheste liste. Si promovaran cunvignis, events e manifestazions. Te Fuartece di Gardiscje si metarà une targhe par fâ memorie par simpri di cheste storie.

Tal aniversari da la dì che si inamorarin , sabide ai 26 di Fevrâr, a Udin in place Venerio da lis 15 fin aes 17 si fasarà la cerimonie di premiazion dal Concors che al è stât promovût tes scuelis propit su chest teme. Si previôt ancje di tornâ publicâ la novele (su cjarte e CD-rom). “A mi mi plasarès une vore promovi une rievocazion a Gardiscje de storie di Luigi e Lucina – al à palesât l’assessôr comunâl Bressan-. Chest an no si pues, par colpe dal fat che lis financis a son une vore magris, ma cheste e je une idee che o varìn dal sigûr di puartâ indenant tai prossims agns. Al è clâr che e je une storie une vore trative. Par chest  o vin vût gust di dâur il nestri patrocini a lis iniziativis che a son stadis proponudis dal comitât par la valorizazion dai lûcs de storie di Juliute e Romeu”.

Ilaria Purassanta

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro