FVG: RICCARDI SU ELETTRIFICAZIONE PORTOGRUARO-CASARSA Stampa
Scritto da Administrator   

(AGENPARL) - Roma, 23 gen - Il tema dell' elettrificazione della linea ferroviario Portogruaro-Casarsa rientra in quello più ampio del potenziamento della "Pontebbana" ferroviaria nell'attesa di poter procedere con la realizzazione della linea ad alta capacità/alta velocità, per la quale i consistenti finanziamenti non sono ancora stati reperiti. In questa prospettiva le Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto sono disponibili a lavorare sulla progettualità e sulla fattibilità della elettrificazione. Ciò anche nella necessità di spostare il traffico pesante da gomma a rotaia e di dare servizi migliori al sistema socio-economico del Friuli Occidentale e del Veneto Orientale.

 

Questo il risultato dell'incontro svoltosi oggi al Municipio di San Vito al Tagliamento per iniziativa dei sindaci di San Vito, Antonio Di Bisceglie, di Casarsa della Delizia, Angioletto Tubaro, e di Portogruaro, Antonio Bertoncello, al quale sono intervenuti gli assessori ai Trasporti delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, e Veneto, Renato Chisso, l'assessore ai Trasporti della Provincia di Pordenone, Antonio Consorti, i sindaci e amministratori comunali di Pordenone, Cordovado, Sesto al Reghena e Teglio Veneto, nonchè rappresentanti del mondo produttivo (Confindustria Pordenone, Zona Industriale Ponterosso, Centro Commerciale di Pordenone). La linea in questione - come hanno messo in evidenza i tre sindaci - merita interventi perché mette in collegamento la provincia di Pordenone con il futuro Corridoio V (Venezia- Trieste); collega il Veneto Orientale al Corridoio Baltico Adriatico; deve dare un servizio migliore ai pendolari e al trasporto merci. Non solo: è un indubbio servizio allo sviluppo di territori contigui e interregionali. Tutte opzioni che gli assessori regionali hanno condiviso. Per l'assessore Chisso la Regione Veneto è pronta a intervenire nell'ambito del potenziamento della "Pontebbana" ferroviaria, di cui la Portogruaro-Casarsa diventa un tassello importante. Anche per l'assessore Riccardi esiste attenzione e disponibilità, "ma ci vuole attenzione al quadro strategico complessivo, che riguarda in primo luogo la portualità del Friuli Venezia Giulia e le condizioni di rapporto con le ferrovie per quanto riguarda il Trasporto pubblico locale. Non possiamo dimenticare che i servizi devono sostenersi: il pubblico deve fare la sua parte - e la Regione Friuli Venezia Giulia sul TPL investe risorse ingenti - ma poi bisogna che all'offerta corrisponda una domanda adeguata". "Per quanto riguarda le ferrovie - ha affermato ancora Riccardi - i problemi certamente esistono e per noi sarebbe facile chiudere il rapporto e passare tutto il TPL sulla gomma, un servizio che raccoglie la soddisfazione dei cittadini. Invece vogliamo che funzioni bene anche il trasporto su rotaia e per questo investiamo intervenendo sull'ammodernamento del materiale rotabile". Dai vari interventi di amministratori locali e rappresentanti delle categorie economiche è venuta una sostanziale condivisione alla proposta, che ora dovrà essere portata a un tavolo politico con il ministero competente e con le Ferrovie per poter procedere concretamente.

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro