AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE LEMENE Stampa
Scritto da Administrator   

Portogruaro 16 settembre 2008

Bertoncello sollecita le due regioni ad esprimere il parere sulla validità dei patti parasociali

“Siamo in attesa del parere delle due Regioni in merito all’articolo 3 che regola le procedure per le nomine del presidente e del Consiglio di Amministrazione.



Ho continuato a sollecitare le due Regioni, e ha ragione il collega Ruzzene a manifestare la sua delusione nei confronti dei colleghi friulani che hanno posto il caso della validità dei patti parasociali rallentando il raggiungimento dell’obiettivo di costituire l’ATO”.

Così il presidente dell’Assemblea dell’ATO Antonio Bertoncello si esprime sull’iter in corso riguardante l’Ambito Territoriale Ottimale del fiume Lemene e le posizioni espresse dal sindaco di Annone Veneto Paolo Ruzzene.

“Come sindaci del territorio del Portogrurese interessati dalla Costituzione dell’ATO dobbiamo aprire una riflessione costruttiva per valutare le alternative.

Entrare nell’ambito territoriale di Treviso vorrebbe dire unirsi ad altri cento Comuni, con tutte le conseguenze del caso in termini di rappresentatività e “peso” del territorio del Veneto orientale.

Dare vita all’ambito territoriale ottimale del Fiume Lemene significherebbe invece creare le condizioni per una gestione equilibrata della risorsa acqua, al di là dei confini territoriali strettamente intesi, proseguendo quindi nella direzione di aderenza ai concreti bisogni dei cittadini. Sono in attesa di una risposta da parte della Regione Veneto e conto di informare di questo i sindaci nella prossima Conferenza dei Sindaci, convocata per domani pomeriggio”.

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro