ATVO e futuro del trasporto pubblico locale Stampa
Scritto da Administrator   

Mercoledì 28 Gennaio 2009,
Torre di Mosto
(M.M.) Le destinazioni scolastiche cambiano, le corriere dell'Atvo no, facendo così aumentare i disagi. Messo sotto accusa il sistema di trasporto pubblico dell'Atvo, che non è riuscita ad adeguare la sua principale linea di pullman, la Venezia-Latisana, che continua a trascurare il capoluogo liventino. A differenza di quanto invece accade nei vicini comuni di Ceggia e San Stino, dove le corriere deviano dalla statale 14 Triestina per entrare nei rispettivi capoluoghi, nonostante le analoghe dimensioni del centri abitati e dei tempi di percorrenza.


A porre il problema in consiglio comunale, attraverso un'interpellanza, è stato il gruppo "Insieme per le libertà", seguito da Lorenzo Mazzarotto di Forza Italia, nella pubblica assemblea di presentazione del bilancio comunale 2009. Il maggior disagio degli studenti torresani nascerebbe dal grande incremento d'iscritti ai licei linguistico, sociale, scientifico e classico di Portogruaro rispetto a San Donà, città meglio collegata dalle autocorse in quanto sede storica dell'Atvo.
«Non è più ammissibile - ha detto Tiziano Pasquon, capogruppo di Insieme per le Libertà - che Torre di Mosto continui ad essere tagliata fuori dalla linea Venezia-Latisana costringendo i genitori a recuperare i figli in auto a Pra di Levada qualora siano costretti a rientrare da Portogruaro nel pomeriggio». «Da qualche anno a questa a parte - ha risposto il sindaco Alessandra Cigana - tra le famiglie torresane vanno di moda i licei di Portogruaro ritenuti migliori di quelli della meglio collegata San Donà. Come comune siamo riusciti a ottenere per gli studenti diretti a Portogruaro la seconda corriera del mattino e il collegamento di ritorno con il "Cornaro" di Jesolo. Per il resto niente: all'Atvo fanno da un lato riferimento al dato storico, anche per il mancato interesse del nostro Comune verso l'Atvo quando si doveva istituire la linea Caorle-Motta di Livenza, e per la dichiarata impossibilità di modificare il rigido sistema d'incastro degli orari relativi alle coincidenze a Portogruaro».

 

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro