Franz e Toscani: sveltire iter passaggio Sappada e Cinto a FVG Stampa
Scritto da Administrator   

Franz e Toscani concordano, infine, sul ruolo che potranno avere questi due Comuni, in particolare quello di Sappada. "Al di là dei confini amministrativi - concludono - Sappada potrà essere il ponte che unisce ancora di più le nostre Regioni. Riteniamo infatti importante avviare nuove collaborazioni in ambito economico, turistico e culturale. E anche su questo ci sarà il nostro massimo impegno".

 


"Andremo insieme a Roma per un incontro istituzionale - spiegano - perché vogliamo ribadire con forza la necessità di concludere l'iter legislativo, così come previsto dall'articolo 132 della Costituzione. Adesso che tutte le istituzioni locali si sono espresse favorevolmente, Roma non può più tergiversare, disattendendo la volontà popolare".
Franz e Toscani hanno concordato sulla necessità che l'iter parlamentare per la definizione amministrativa di questo doppio passaggio possa concludersi entro la fine della legislatura, quindi entro i primi mesi del 2013, e in questo senso cercheranno di sensibilizzare le istituzioni, a partire dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato che aveva già messo mano alla questione, per poi accantonarla in attesa dei pronunciamento dei due Consigli regionali direttamente interessati, cosa che si è ora perfezionata con quanto deciso all'unanimità dal Consiglio regionale del Veneto.
"Vi è un principio che comunque non può essere mai disatteso - hanno sottolineato Franz e Toscani - ed è quello del rispetto della volontà dei cittadini. Oggi riguarda due Comuni del Veneto, domani potremmo trovarci in una situazione analoga a parti invertite, ma ciò che conta è che l'esito di due referendum, quello sappadino con una maggioranza schiacciante del 95%, non possa essere disatteso".
Giudizio che Franz ha voluto condividere con il vicepresidente dell'Assemblea veneta Matteo Toscani. Da questo confronto è uscita la convinzione che siano culturali, storiche e di affinanza linguistica le motivazioni che hanno spinto i cittadini di Sappada e di Cinto Caomaggiore a compiere questo passo e che quindi sia riduttivo pensare che alla base ci siano solo questioni economiche.
(ACON) Trieste, 29 giu - AB - Il via libera del Consiglio regionale del Veneto alle richieste del comune bellunese di Sappada e di quello veneziano di Cinto Caomaggiore di passare sotto l'amministrazione della Regione Friuli Venezia Giulia è accolto con favore dal presidente del Consiglio regionale Maurizio Franz, che ritiene quello adottato da Palazzo Ferro Fini un atto di grande maturità e di rispetto della volontà popolare che si era manifestata attraverso due referendum.
29 Giugno 2012, ore 13:23
Franz e Toscani: sveltire iter passaggio Sappada e Cinto a FVGComunicati Agenzia Consiglio Notizie

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro