Rinviata la Discussione sul Referendum Stampa
Scritto da Administrator   

Inserito il 27 giugno 2006 alle 10:44:00 da gianluca. IT - News Cinto, Consiglio Comunale 26/06/06 Si è tenuto ieri sera il Consiglio Comunale a Cinto Caomaggiore, che secondo quanto era stato stabilito dall’Ordine del Giorno doveva discutere nuovamente della situazione post-referendaria nel Comune friulanista, provvedendo ad una serie di iniziative e progetti volti alla collaborazione col Comitato pro-Friuli: tra cui, l’istituzione di una Commissione Tecnica per la stesura del Memoriale relativo alle Motivazioni del passaggio di Regione e progetti di carattere interregionale per preparare l’entrata del Comune.

 

 

 

Il Sindaco ha aperto il dibattito attaccando il Presidente della Provincia Zoggia, che in un’intervista alla Nuova Venezia ha accusato l’Amministrazione di aver appoggiato il Referendum, e sottolineando che l’Amministrazione si era posta in una posizione di neutralità, a differenza di altre Amministrazioni che hanno avuto una condotta ostativa. In seguito il Sindaco ha chiesto al Consiglio di prendere una posizione chiara sulla tematica del Referendum. L’Opposizione per bocca del Consigliere Amadio ha ricusato il fatto che ci fosse poco tempo per la discussione, così osteggiando una corretta votazione. Per la Maggioranza ha risposto il capo-gruppo Consigliere Franzon. Ha dichiarato che il proprio gruppo ritiene che le motivazioni che hanno spinto la stragrande maggioranza della popolazione a votare Si, sia stata determinata per motivi economici; che tale Referendum abbia posto il Comune in una situazione di Isolamento e di relativo disagio, che per ciò sono necessari progetti di carattere interregionale, in modo da aprire la strada verso il Friuli; che la richiesta di dimissioni avanzata da Tardivo e Furlan non sia accettabile. A seguito si è accesa una vivace discussione che il Sindaco ha interrotto chiedendo e ottenendo il rinvio dell’Ordine del Giorno.

 
Copyright © 2012 Movimento per la Provincia di Pordenone Portogruaro